18 dicembre 2011

Hamburg



















Ecco la mia personale e speciale mappa di Amburgo!
Per tutte le volte che ci ho camminato e vissuto dentro e che resterà sempre nel mio cuore. In ogni quadro un pezzo di vita con i suoi bellissimi ricordi e le persone e le birre e la metro e il freddo e tutto il resto...
Ich liebe HH!

3 dicembre 2011

I like

Chi mi ama mi voti!
Per votare la mia illustrazione sul GIORNO DELLA MEMORIA, fai clic qui!
ILLUSTRATI - MEMORIA
Grazie!


30 novembre 2011

gruppojamin-à

Alcune mie illustrazioni le trovate anche su questo sito,
gruppojamina.it
Il Gruppo Jamin-à (formazione italo-francese con sede a Bolzano e a Lugo di Ravenna) propone spettacoli di teatro-concerto mirati ad offrire non solo un gradevole spettacolo ma anche spunti di riflessione e analisi di argomenti attuali.
I grandi temi dell’impegno e la denuncia sociale, dell’amore, della spiritualità, della pace e della guerra vengono affrontati in una chiave innovativa. Una gamma di rappresentazioni teatrali-concertistiche dense di tematiche che interrogano l’uomo di oggi e di ogni tempo: la giustizia, la passione umana, il senso e il significato profondo dell’esistere.
Ognuna delle opere proposte crea atmosfere suggestive e avvolgenti, grazie alla multimedialità delle discipline utilizzate: alla danza teatrale s’intrecciano le lettura di brani poetici e letterari, i filmati desonorizzati, il canto, la musica degli strumenti semi-acustici utilizzando la lingua italiana, francese e tedesca.
Il Gruppo rappresenta la confluenza di personali percorsi nel diuturno tentativo di aprire nuovi cammini fondativi. La forza mite dei progetti presentati chiamano alla condivisione e alla convivialità. Ciascun progetto è probabilmente solo un mezzo che fa dono di sé ad ogni viaggiatore alla ricerca dei comuni destini.
 Andate a dare un'occhiata!

27 novembre 2011

ILLUSTRATI

Logos Edizioni - ILLUSTRATI, La Rivista
Tra le tante illustrazioni natalizie, c'è anche la mia!!

23 novembre 2011

L'età dei sogni

Da uno degli ultimi libri che ho letto, L'età dei sogni di Anna Gavalda, ho annotato due passaggi che mi hanno particolarmente colpito.
Quello che non capite, quello che vi sfugge o vi supera, disegnatelo. Anche male, scarabocchiato. Voler disegnare qualcosa, essere obbligati a immobilizzarsi per osservare e osservare; vedrete, sarà già capire...
E
Sulla pagina di sinistra, uno scontrino del negozio di bricolage dove era andato con Ken e Samuel il giorno prima. Bisogna sempre conservare gli scontrini. E' cosa nota.
E così io che conservo sempre tutto, specialmente gli scontrini, mi sono sentita fiera di me stessa. E poi il mio progetto è quello di raccogliere tutte le scartoffie che conservo assieme alla loro polvere nel mio grande libro autobiografico....... un giorno.

Invece da un altro passaggio molto descrittivo del libro sopracitato sono venute fuori queste tavole in sequenza...

22 novembre 2011

Un po' di workshops

Dopo questo intenso periodo di workshops, ecco i risultati!
In Accademia con Olivier Deprez e Frédérique Coché abbiamo lavorato su un film (Professione Reporter di Antonioni) utilizzando l'incisione monotipo per ricreare la "nostra" versione.

E poi il workshop con Seth Tobocman all'interno di Komikazen...


4 novembre 2011

In mostra per Komikazen

Anche se non ho proprio vinto, sono stata selezionata per la mostra dei vincitori!!!!!
Una bella soddisfazione! Con la possibilità di partecipare al workshop di Seth Tobocman!
Questo e tanti altri interessanti appuntamenti al Komikazen, il Festival del Fumetto di Realtà di Ravenna. L'inaugurazione della mostra si terrà venerdì 11 novembre, a Ravenna, in via D'Azeglio 2 a partire dalle 18.00...

Intanto vi lascio un assaggino del mio lavoro, che è anche il mio progetto per la tesi...




2 novembre 2011

Cover

Ecco i frutti del workshop appena sostenuto all'Accademia con Onze, dove abbiamo sviluppato insieme il progetto di una cover.
Io ho ricreato la copertina per l'ultimo libro che ho letto, carino e vivace: si tratta di Almeno il cappello di Andrea Vitali e parla di una banda in un paesino sul lago di Como...

1 novembre 2011

Venezia sa di bucato

Passeggiando a Venezia nelle calli tra l'Arsenale e i Giardini napoleonici ho scoperto finalmente la vera Venezia, senza tutta quelle gente, quei negozi e quelle maschere, solamente con le case e il bucato steso tra le stradine e le piazze, che emanava un buon profumo di pulito. Finalmente la vera anima di questa splendida città...






















Cosa mi ha colpito alla Biennale? Intanto le installazioni itineranti di Cattelan nel Padiglione Centrale, guardi in su e non ti aspetteresti mai e poi mai di trovarti tutti quei piccioni; poi questo quadro italiano, 'Omaggio a Marat'.
E tanto altro ancora...


ILLUMInazioni

Dalla 54. Biennale di Venezia.
 Il titolo scelto per l'edizione 2011 dell'Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia è al contempo evocativo e stringente. I riferimenti in esso contenuti sono evidenti (dal tema della luce, alla poesia di Arthur Rimbaud, dagli scritti di Walter Benjamin, alla struttura fatta di padiglioni nazionali della Biennale stessa), questo titolo vuole però anche esaltare una delle caratteristiche che l'arte possiede: essere un'esperienza unica e illuminante.
La mostra si sviluppa dentro gli spazi espositivi ai Giardini della Biennale, come luogo il suggestivo Arsenale ed è fatta di momenti estremamente densi e respiri più ampi.
Nel mezzo del Padiglione Centrale vi è l'opera di Jacopo Tintoretto, una scelta forse inaspettata in una mostra sul contemporaneo. Nel contesto emozionale e storico della Biennale apre però interessanti prospettive, ben oltre al fatto che Tintoretto è un pittore della luce.
Si è cercato quindi di stabilire un ritmo, come nella poesia; ma anche di creare incontri inaspettati tra opere e artisti provenienti da orizzonti culturali diversi e che lavorano secondo criteri differenti. Siamo infatti convinti che il mondo dell'arte non è solo una colonia di individui che agiscono soli: è soprattutto una comunità d'intenti.
Bice Curiger
www.labiennale.org